Alloggi Insoliti

Viaggiare Gratis

Road Trips

Tips For Trips

Top
Italia

Matera.

Matera è una città della Basilicata, controversa, da vergogna d’Italia a Capitale della cultura nel 2019.

Io quest’anno ho avuto occasione di passarci qualche giorno e me ne sono innamorata letteralmente, sarà per il bianco dei sassi, per le sue cisterne, il cibo o il suo capovolgimento.

Durata: 2 giorni

Alloggio: La Casetta di Flavia (prenotato con Airbnb)

Periodo: 15 e 16 Agosto

Per visitare la città Lucana ci vogliono infatti due giorni, a parer mio, ve ne andrete più che soddisfatti.

Vi consiglio il nostro alloggio per la posizione centralissima e la terrazza grande a vostra disposizione. Avreste inoltre una cucina in modo da evitare di mangiare sempre fuori e risparmiare qualcosina.

Per questo mini viaggio noi abbiamo optato per due visite guidate, la prima per la città con la fantastica Antonia, mentre la seconda del Parco Nazionale della Murgia Materana al tramonto.

Anche se normalmente preferiamo girare i luoghi in autonomia per comodità e per una questione di tempistiche, questa volta mi sento di consigliare la guida, vi spiegherà com’è cambiata Matera negli anni da paese contadino in cui famiglie intere vivevano in case grotta insieme ai proprio animali, con soltanto un vaso da notte da svuotare ogni sera.

Noi ci siamo rivolti a InfoMatera per le visite, trovate il loro negozio proprio in centro e potete chiedere informazioni a loro che vi consiglieranno la più adatta a voi.

La spesa si aggira intorno ai 20/25€ a visita.

La guida con cui ci siamo trovati meglio è proprio Antonia Miola, di cui vi lascio i riferimenti del profilo Facebook ,qui,.

Chiara nella spiegazione e mai noiosa.

Luoghi imperdibili:

Vorrei darvi qualche suggerimento di posti che non potete perdere..

– PALOMBARO LUNGO:

Ciò che caratterizza la città è sicuramente l’abilità nel sistema di raccolta delle acque piovane e sorgive, la Cisterna infatti testimonia tutto questo, situata in centro città sotto la Piazza Vittorio Veneto.

Ultimata nel 1882 , fu abbandonata nel 1920 per la costruzione dell’acquedotto Pugliese.

Fu riscoperta poi nel 1991 e contribuì a rendere Matera patrimonio dell’ Unesco nel 1993.

Costo 2,50€ a persona

– PUNTO PANORAMICO centro città

Avete presente tutte quelle foto che vedete su Instagram con i sassi come sfondo?!

Ecco lo trovate in Piazza Vittorio Veneto, lo riconoscerete dai tre archi.

– SASSO CAVEOSO, SASSO BARISANO, CIVITA

Due Rioni di Matera, che potete vedere con calma o con la visita guidata.

Questi si sviluppano sotto la Civita su cui sorge la Cattedrale e in cui abitava la popolazione di ceto più elevato.

SASSO CAVEOSO posto a sud della città e SASSO BARISANO quartiere di rappresentanza del ceto medio nel ‘700, deriva il nome dal fatto di essere rivolta verso Bari.

– CASA GROTTA DI VICO SOLITARIO

La testimonianza di come le persone vivevano, la cosiddetta “Vergogna”.

Una casa aperta alle visite, all’interno del sasso, costituita da un solo ambiente in cui troverete una cucina a vista all’entrata, un tavolo da pranzo e sulla sinistra la stalla in cui usavano tenere il bestiame e il letto matrimoniale. Penserete che vivessero 3 persone al suo interno, vedendo la culla, ma non è così.

Gli abitanti della casa Grotta erano 8, sei figli e i due genitori.

Si usava tenere gli animali in casa per riscaldare l’ambiente.

Vi chiederete dov’è il bagno, sappiate che i bisogni venivano fatti nel vaso da notte che veniva svuotato ogni sera, il compito spettava alla figlia maggiore.

Questa è senza dubbio la cosa che mi è piaciuta di più, per l’impatto emotivo che ha avuto su di me. Il luogo che a parer mio , più di tutti, ti fa capire in che condizioni vivevano.

Occorre anche aggiungere che gli abitanti dei sassi sono stati sfollati, dopo la denuncia di Carlo Levi (esiliato a Matera) che descriveva le condizioni di vita nel suo libro in cui definiva la città “Vergogna Nazionale”

Costo 3€ , compreso nella visita se optate per quella guidata.

– CHIESA RUPESTRE DI SANTA MARIA DI IDRIS

Anch’essa davvero interessante, una chiesa costruita all’interno dei sassi, in cui potrete ammirare pitture rupestri (anche vari strati). Davvero caratteristica per me.

Costo 5€ , compreso nella visita se optate per quella guidata.

– MOSTRA SALVADOR DALI’

Sicuramente vale la visita anche solo perchè allestita all’interno dei sassi, troverete varie sculture di Dalì e se vi piace l’arte e quella surrealista in particolare , troverete pane per i vostri denti.

Non perdetela!

Se poi a fine visita qualche dipinto vi sarà piaciuto, vi daranno la possibilità di acquistarlo!

(Costo 12€ a persona)

– PARCO NAZIONALE DELLA MURGIA MATERANA e PONTE TIBETANO

Parco da cui potrete godere della vista sulla città e se optate per la visita guidata vi si spiegherà di più sulla storia della città, sulla flora e sulla fauna.

Potete raggiungerlo anche in autonomia con ponte tibetano.

Premetto che essendoci stati a Ferragosto purtroppo molti posti erano chiusi per cui sull’argomento cibo posso consigliarvi:

– QUATTROQUARTI:

bar che vi offrirà pucce di ogni tipo, con pesce, carne o prodotti tipici.

prezzo medio 8€

– ZIO NINI’:

Il loro slogan è “Mangio Lucano, Mangio Italiano”, penso dica tutto.

Qui potrete provare la Cialledda, piatto tipico con pomodori secchi, pane raffermo, cipolla e cetrioli

Prezzo medio 15€

– CASELLO 75:

Mozzarella bar, in cui potrete gustare piatti di pesce e formaggi tipici

Prezzo medio 25/30 €

Consigliati da persone locali invece vi suggerisco:

Per un pranzo veloce posso consigliarvi anche LA CASA DEL PANE o PAOLUCCIO

Per la cena invece potreste provare TRATTORIA LUCANA , LA TALPA, IL FALCO GRILLAIO

Per un aperitivo infine AREA8, QUARRY

Jessica, classe '93, impiegata bolognese con una irrefrenabile voglia di viaggiare, scoprire e vivere nuove esperienze. Cittadina del mondo, viaggiatrice ma mai turista.

post a comment